Sei di Aosta se… quando una scommessa diventa un grande successo!

Una fredda e uggiosa domenica d’inverno bighellonavo per il web e mi sono imbattuto in un gruppo Facebook, Sei di Merano se…
In pochi attimi mi sono reso conto, avendo vissuto a Merano 20 anni, del travolgente entusiasmo che stava contagiando migliaia di Meranesi. In poche ore ho ritrovato molti amici persi di vista, ho ritrovato ricordi ormai riposti in qualche cassettino della memoria e li dimenticati.
Mi sono così emozionato e divertito che il mio primo pensiero è stato Aosta.
Si Aosta, perché anche in quella città ho vissuto 15 anni, anche li ho ancora tanti amici ed anche li dovevano poter provare tutte queste splendide emozioni, mi son detto.
Detto fatto: verificato che non ci fossero pagine simili, l’ho creata, ho invitato la decina di amici Facebook e via…. 6 ore dopo eravamo 800!!!
Ora sono sette giorni che ha preso il via questa splendida cavalcata e siamo quasi 7000, da non credere, considerando che Aosta di abitanti ne conta “solo” 34.000.
Come da non credere è stato il clamore suscitato, giornalisti che chiamano, servizi alla Tv, centinaia di congratulazioni personali nella mia posta facebook, ma soprattutto le voci che mi giungono, le voci che mi narrano di una città che non parla d’altro, di una città appassionata, inghiottita, assorbita da questo gruppo virtuale di persone (ma sempre di persone in carne ed ossa si tratta), impegnata nel condividere pensieri, parole, immagini, una città impegnata a scovare il ricordo più bello, quello che raccolga più mi piace.
Una città che sta dimostrando un spirito di gruppo ai più sconosciuto, che progetta raduni, incontri, cene, pizze, feste che chiede magliette, cappellini, felpe, spille….
E allora ok, se questo vuole la città lo organizzeremo, cercheremo di realizzare ciò che viene chiesto, cercheremo di trasformare queste emozioni virtuali in emozioni reali ritrovandoci tutti assieme in una bella piazza a far festa… e magari, perché no, dedicando particolare attenzione a chi ad Aosta ha bisogno, questa potrebbe veramente essere l’occasione giusta per fare del bene.
Realizzerò un bel sito che contenga tutte le cose più belle di questa pagina, se troverò (come sembra) collaborazione, realizzeremo anche un bel libro, delle belle pagine che si possano comodamente sfogliare seduti ad un tavolino di un caffè in piazza Chanoux.
Grazie a tutti gli Aostani, mi stanno regalando delle bellissime emozioni!
Vittorio Delli Ponti